Togliamoci la paura, informandoci e ragionando

Togliamoci la paura, informandoci e ragionando

Mettetevi comodi e rilassati, vi servirà un pò di tempo per leggere questa newsletter e ascoltare i contributi. Adesso è il momento di respirare, di vivere e di tornare in forma, fisicamente, emotivamente e socialmente.

Molti pazienti con cui mi confronto hanno ora dubbi e confusione su quello che è stata quest’ emergenza, ma quello di cui sono preoccupati è la situazione attuale, data la persistenza di  provvedimenti volti a fronteggiare un presunto rischio di possibile contagio  che ora non c’è. Vediamo i dati reali al momento, di cui provo a fare il punto richiamandovi a video ed interviste di esperti medici che forse avrete già visto. Il grande clamore è cominciato con le affermazioni del Professor alberto Zangrillo ( ecco il video) che si riassumono nella sua frase ” Oggi il virus è clinicamente morto”. Il Professore non è di ” parte complottista”: è il Professore Ordinario della Cattedra di Anestesia e Rianimazione, Direttore della Terapia intensiva  e Prorettore dell’ Universita‘ San Raffaele di Milano, la stessa di Burioni ,e del  suo capo, il Direttore di Virologia il Prof Clementi.

Prof.Alberto Zangrillo

Le affermazioni del Prof. Zangrillo sono quelle di un “ Clinico”, cioè del  Medico che mette mano sul paziente e stanno a significare che i quadri di malattia, che pure vedeva e lo preoccupavano due mesi fa (per pazienti fragili e anziani), dalla Sua osservazione di reparto, “sul campo”, semplicemente…non ci sono più. La cosa che dobbiamo sottolineare e rilevare è che le stesse osservazioni sono quelle del Prof Bassetti,  Ordinario della  Cattedra e Primario del reparto di  Malattie Infettive dell’ Ospedale di Genova (ecco il video).Voglio farvi notare che il Prof Bassetti, non è ” di un’altra corrente di pensiero” ma  è  socio e coordinatore proprio della stessa associazione, il Patto Trasversale per la Scienza, di cui è alfiere il Dottor Burioni. Entrambi  i professori hanno, se non sbaglio,, Zangrillo  diffidato e il secondo, Bassetti,  querelato l’Onorevole Sgarbi per le sue affermazioni non nel merito ma in quanto ” non titolato a parlare” (Sgarbi infatti è un illustre Storico dell’Arte, ma non certo uno scienziato medico), come Sgarbi stesso afferma in una sua intervista…ma i Professori affermano ora le stesse cose, da addetti ai lavori,  che ” urla”  Sgarbi, con le maniere pittoresche che conosciamo.

Ora la mia osservazione: abbiamo personalità e scienziati clinici che affermano con decisione ed autorevolezza la necessità di cessare misure adesso improprie che spaventano le persone (senza discutere se non fossero improprie già 2 mesi fa…), specie le più fragili psicologicamente, come quelle che vedo qui a Venezia girare ancora oggi, 5 giugno, con mascherine all’aperto e addirittura coi guanti. Non c’è alcuna probabilità di una “seconda ondata” di questo stesso agente virale che, di per sè, necessita di una cellula vivente su cui replicarsi…se no muore. E qui ci si devono delle spiegazioni sulla spinta a cremare velocemente le salme “infette” sottraendo informazioni preziose derivabili dalle autopsie, quando il  virus non può sopravvivere sulle cellule di una salma come spiega il Prof. Bacco. (Ahhh, io non sono un microbiologo, ma a chi magari pensa di ribattere ” e la peste allora?!”  L’agente, Yersinia Pestis, non è un Virus , ma un batterio che è una cellula completa con un’altra biologia). E qualche sorpresa sui risultati delle autopsie che invece sono state fatte sistematicamente all’Università di Amburgo arrivano dalle parole dell’Anatomopatologo che esegue gli esami autoptici sui cadaveri in quella Università tedesca,il  Professor Klaus Puschel (ascoltate l’intervista) … che dice tra le altre cose ” ..io sono un vecchio, sono un nonno, ho dei nipoti e certamente non voglio separarmi da loro, voglio coccolarmeli e non voglio vivere dentro una campana di vetro”.

Prof. Klaus Puchel

E per tutto questo vi esorto alla tranquillità e a lasciare andare la paura, esorto tutti e in particolare  quelli che preoccupati chiedono con fiducia il mio parere in un momento di confusione e disorientamento.Via ogni paura e cerchiamo di leggere serenamente i dati che arrivano e che io stesso, come altri, cerchiamo di raccogliere e mettere a disposizione, senza farci spaventare da “spot” che arrivano dai media, senza un supporto di dati che li motivino (ne siamo bombardati !) . Vigiliamo piuttosto sull’opportunità di misure che vengono proiettate nel futuro, come le mascherine ad oltranza, persino a scuola per i nostri piccoli, app di tracciamento e vaccinazioni a tappeto (attenzione quelle che sono già state proposte non sono per il COVID ma per influenza e pneumococco) e gia’ un gruppo Medici ha presentato al governo un’ ISTANZA IN AUTOTUTELA PER L’ EMERGENZA SANITARIA COVID-19 (in allegato in formato pdf) e  vi invito ad ascoltare anche il video relativo: istanza dei Medici preoccupati per la salute delle persone . 

Ahhh riguardo al rischio di contagio da parte di soggetti asintomatici eventualmente ” untori” positivi, ipotesi sulla base di cui i decisori politici continuano ad imporre misure come la mascherina, il ” distanziamento sociale” ad oltranza, con tutte le conseguenze relazionali ed emotive che conosciamo…parrebbe che non sia proprio possibile, da uno studio scientifico attuale, che vi allego.

Ragioniamoci su! (Citazione dal nuovo personaggio di Crozza…)

Perchè possiamo ritornare a vivere serenamente, abbracciarci e respirare, senza paura.

Con un forte abbraccio…senza mascherina!

Richiedi informazioni o lascia un commento