Biofeedback e rieducazione della respirazione

Reimparare a respirare per guarire

Tutti dal primo vagito alla nascita, all’ultimo respiro, alla fine di questa vita, respiriamo, ininterrottamente, in modi sempre diversi e variabili .
E la respirazione è strettamente legata al nostro stato emotivo che la modifica istante per istante, e noi non ce ne accorgiamo…se non dopo:
“… ho tirato un sospiro di sollievo!”
“… mi sono così arrabbiato che non respiravo più!”
“ … stare con lei/lui mi toglie il respiro…”
Una respirazione efficace , fisiologica e spontanea , necessita di una durata di 10” circa per ogni ciclo respiratorio: inspirare per 3” ed espirare per 7”!
Il nostro respiro se sottoposti ad una sofferenza cronica, che spesso è un dolore fisico cronico ma anche uno stress o una sofferenza emotiva persistente, si altera: NON SIAMO PIU’ IN GRADO DI RESPIRARE BENE e quest’alterazione cronica altera il nostro “ Sistema Nervoso Parasimpatico”, quella componente profonda legata alle emozioni e ai bisogni fisici primari, che ci permette di riposare, di guarire e di crescere. Allora il nostro corpo si ammala e invecchia.

Oggi è possibile rieducare il respiro e curare queste alterazioni e nel mio studio propongo  un percorso che prevede:

  • Esercizi di allungamento per la muscolatura respiratoria
  • Sedute di Biofeedback respiratorio della durata di variabile da 5’-15′ con schemi rerspiratori guidati differenti a seconda della situazione personale
  • La seduta si svolge con l’ utilizzo del dispositivo PPG Stress FLOW della Biotekna, ed è assistita  e guidata da me personalmente