Arriverà il vaccino per il Sars COV-19 ? Leggiamo il ” bugiardino”…

Arriverà il vaccino per il Sars COV-19 ? Leggiamo il ” bugiardino”…

Con un saluto a tutti quelli che mi seguono, continuo sulla linea del dare tranquillità e togliere paure. Imformandovi.
Facciamo un po’ di ” deprogrammazione neurolinguistica ” sulla terminologia: Il Virus che è stata l’occasione per sconvolgere l’esistenza di tutti noi è il Sars COV -2Sars COV -19,  un organismo costituito da un filamento   di mRNA. Ricordiamoci che una percentuale che viene stimata intorno al 90% delle persone che hanno avuto contatto  con Sars COV -19 ( ” il  CORONAVIRUS) in base ala positività al test  non   ha alcun sintomo o è ” paucisintomatico”: ha uno sternuto o il naso che cola. La COVID è la malattia ( COrona VIrus Disease) che solo il 5% dei contagiati sviluppa in forma severa, da un’influenza molto pesante a complicanze respiratorie gravi, per lo più in pazienti con diverse  patologie croniche e/o anziani, ma anche con fattori di rischio che potrebbero sembrare trascurabili come obesità, dismetabolismo, ipertensione e infiammazione cronica di basso grado ecc. Anche la comunicazione e i termini corretti sono essenziali per il nostro stato emozionale…che condiziona pesantemente il sistema immunitario e le nostre difese

Il Vaccino, presentato come ” la primula ddella primavera 2021″ è  ” un’avventura ” basata su una vera operazione di ” ingegneria genetia e molecolare ” ( tra virgolette metto termini su materie di cui io non sono uno specialista, nè in in biologia clinica o molecolare) e si basa sul razionale di un mRNA , una molecola che è un messaggero informazionale che entra nella cellula e induce la produzione di proteine, le ” spike” , simili all’involucro esterno del virus, contro cui poi si scatenerebbe una risposta immunitaria . Contro il CORONAVIRUS ma , forse, anche contro altre proteine del nostro organismo. Il meccanismo sarebbe “simile ” a quanto avviene in molte malattie autoimmunitarie ( artrite reumatoide o malattie simili , cercando di essere divulgativo e quindi necessariamente aprossimativo).
I dubbi sono tanti su una cosa che ha saltato molti passaggi sperimentali e di sicurezza, anche da parte di chi ” promuove” la campagna per la vaccinazione anche se dichiarato solo a bassa voce da costoro ( …e ricordiamolo, come ogni procedura sanitaria, non puo’ essere obbligatoria, dal Processo di Norimberga, leggetevi il Codice di Norimberga,e secondo il nostro Art. 32 della Costituzione) Quindi in questo ambito è mia preoccupazione aiutare Tutti a fare una scelta sulla base di un consenso informato, chè è d’obbligo prima di sottoporre chiunque a qualsiasi trattamento. Allora dal confronto con alcuni Colleghi vi sottopongo alcune evidenze . E ora vediamo cosa riporta il ” bugiardino Informazioni per gli operatori sanitari sul vaccino Pfizer / BioNTech COVID-19  nella sua versione ufficiale scaricabile dalla pagina  del Governo del Regno Unito. I punti più salienti su cui meditare sono i seguenti ( li ritrovate nel foglietto illustrativo):
Informazioni per gli operatori sanitari sul vaccino Pfizer / BioNTech COVID-19 

Regolamento 174 Informazioni per gli operatori sanitari del Regno Unito
Questo medicinale non ha un’autorizzazione all’immissione in commercio nel Regno Unito, ma ha ricevuto l’autorizzazione per la fornitura temporanea dal Dipartimento della salute e dell’assistenza sociale del Regno Unito e dall’Agenzia di regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari per l’immunizzazione attiva per prevenire la malattia COVID-19 causata da SARS-CoV- 2 in individui di età pari o superiore a 16 anni.
 
Come con qualsiasi nuovo medicinale nel Regno Unito, questo prodotto sarà attentamente monitorato per consentire una rapida identificazione di nuove informazioni sulla sicurezza. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta. Vedere paragrafo 4.8 per come segnalare le reazioni avverse.
 
1. Nome del medicinale
COVID-19 mRNA Vaccine BNT162b2 concentrato per soluzione iniettabile
4.1 Indicazioni terapeutiche
Immunizzazione attiva per prevenire COVID-19 causato dal virus SARS-CoV-2, in individui di età pari o superiore a 16 anni.
 
Popolazione pediatrica
La sicurezza e l’efficacia del vaccino COVID-19 mRNA BNT162b2 nei bambini di età inferiore a 16 anni non sono state ancora stabilite.
 
4.3 Controindicazioni
Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1.
 
4.4 Avvertenze speciali e precauzioni d’impiego
Anafilassi
Qualsiasi persona con una storia di anafilassi ad esordio immediato a un vaccino, medicinale o cibo non deve ricevere il vaccino COVID-19 mRNA BNT162b2. Una seconda dose del vaccino COVID-19 mRNA BNT162b2 non deve essere somministrata a coloro che hanno sofferto di anafilassi alla prima dose del vaccino COVID-19 mRNA BNT162b2.
Gli individui che ricevono una terapia anticoagulante o quelli con una malattia emorragica che controindicherebbe l’iniezione intramuscolare, non devono ricevere il vaccino a meno che il potenziale beneficio non superi chiaramente il rischio della somministrazione.
 
Le persone immunocompromesse, comprese le persone che ricevono una terapia immunosoppressiva, possono avere una risposta immunitaria ridotta al vaccino. Non sono disponibili dati sull’uso concomitante di immunosoppressori.
4.5 Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione
Non sono stati effettuati studi di interazione.
4.6 Fertilità, gravidanza e allattamento
Gravidanza
I dati sull’uso del vaccino COVID-19 mRNA BNT162b2 non sono disponibili o sono disponibili in quantità limitata. Gli studi di tossicità riproduttiva sugli animali non sono stati completati. Il vaccino COVID-19 mRNA BNT162b2 non è raccomandato durante la gravidanza.
 
Per le donne in età fertile, la gravidanza deve essere esclusa prima della vaccinazione. Inoltre, alle donne in età fertile deve essere consigliato di evitare la gravidanza per almeno 2 mesi dopo la seconda dose.
 
Allattamento al seno
Non è noto se il vaccino COVID-19 mRNA BNT162b2 sia escreto nel latte umano. Non si può escludere un rischio per i neonati / bambini. Il vaccino COVID-19 mRNA BNT162b2 non deve essere utilizzato durante l’allattamento.
 
Fertilità
Non è noto se il vaccino COVID-19 mRNA BNT162b2 abbia un impatto sulla fertilità
Reazioni avverse da studi clinici
Le reazioni avverse riportate negli studi clinici sono elencate in questa sezione in base alla classificazione per sistemi e organi MedDRA, in ordine decrescente di frequenza e gravità. La frequenza è definita come segue: molto comune (≥ 1/10), comune (da ≥ 1/100 a <1/10), non comune (da ≥ 1 / 1.000 a <1/100), raro (da ≥ 1 / 10.000 a < 1 / 1.000), molto raro (<1 / 10.000), non nota (non può essere definita sulla base dei dati disponibili).
 
Patologie del sistema sanguigno e linfatico
 
Non comune: linfoadenopatia
Disturbi del sistema nervoso ( da 1 su 100 a 1 su 1000)
 
Molto comune: mal di testa ( piu’ di 1 su 10)
Disturbi muscoloscheletrici e del tessuto connettivo
Molto comune: artralgia; mialgia
Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione
 
Molto comune: dolore al sito di iniezione; fatica; brividi; piressia ( piu’ di 1 su 10)
Comune: rossore al sito di iniezione; gonfiore al sito di iniezione
Non comune: malessere
Disordini gastrointestinali
 
Nausea comune

 Ora questo è quanto è riportato sul Bugiardino… e mi sono voluto togliere una curiosità che ho da sempre ( 28 anni di laurea) :sul perchè un documento così importante venga chiamato così? una bella spiegazione l’ho trovata nella pagina dell ‘Accademai della Crusca(cliccate) .. leggete

Ora , forse, siete più informati.

Richiedi informazioni o lascia un commento